UNAGIPA: Revocato lo sciopero dei Giudici di pace

In Diritto Civile
Tempo di Lettura: 2 minuti

Breaking news

L’Unione nazionale Giudici di pace ha revocato lo sciopero già preannunciato per il periodo dal 17 settembre al 14 ottobre 2018, rappresentando, in un proprio comunicato, diffuso sui principali social media, che tale opzione è l’effetto dell’avvio dei lavori del Tavolo tecnico per la revisione della discussa “riforma Orlando”, ed istituito presso il Ministero della Giustizia.

Motivi della proclamazione dello sciopero. L’Unione Nazionale Giudici di Pace (Unagipa), con una circolare del 7 agosto scorso, a firma della Presidente Mariaflora Di Giovanni, inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri Conte, al Ministro della Giustizia Bonafede, al Consiglio Superiore della Magistratura, nonché a tutti i Presidenti delle Corti d’Appello, aveva proclamato lo sciopero nazionale dei Giudici di Pace dal 17 settembre 2018 al 14 ottobre 2018, indetto per la mancata risposta del Governo alle istanze della categoria, “mentre procede spedita l’attuazione della contestata riforma Orlando, mediante bandi di concorso per la nomina di nuovi giudici di pace e vice procuratori onorari, l’obbligatorietà dell’ufficio del processo, l’avvio delle procedure di trasferimenti, l’approvazione delle nuove dotazioni organiche ecc.”

Motivi della revoca dello sciopero. Con un comunicato del 2 settembre la stessa Unione ha rappresentato che, in seguito all’avvio di un Tavolo tecnico col sottosegretario alla Giustizia, ha preso atto che, nei confronti della magistratura ordinaria, si sta avviando un percorso “serio e credibile”, di conseguenza revocando la protesta. Più in dettaglio, in una nota pubblicata da Agenzia Nova, il sottosegretario alla Giustizia della Lega, Jacopo Morrone, ha spiegato che la decisione di insediare il Tavolo tecnico è stata assunta nel corso di una riunione, presieduta dal sottosegretario in questione, lo scorso 30 agosto, e avvenuta presso il ministero della Giustizia, a cui hanno preso parte esponenti delle Associazioni rappresentative della Magistratura onoraria, oltre al Capogabinetto del Ministero, Fulvio Baldi.

Entro l’imminente data del 6 settembre, su richiesta dello stesso sottosegretario, dovranno essere comunicati i nominativi dei partecipanti al Tavolo, a cui parteciperanno, tra gli altri, i rappresentanti dei Giudici di pace, dei Giudici onorari di Tribunale, dei Giudici dei viceprocuratori onorari, del Consiglio nazionale forense, della Cassa nazionale forense, dei Giudici ausiliari e dell’Associazione nazionale Magistrati, per in seguito iniziare, ed in tempi strettissimi, i lavori.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

La compliance nella gestione dei rifiuti tra regole, best practice e responsabilità

Milano, 22 marzo 2019 – Hotel dei Cavalieri Piazza Giuseppe Missori, 1 – Ore 9:00 Venerdì 22 marzo alle

Read More...

Opzione put e divieto di patto leonino

Redatto dalla dott.ssa Roberta Mordà Una SPA propone ricorso dinanzi alla Corte di Cassazione avverso la sentenza di II

Read More...

La compliance nella gestione dei rifiuti tra regole, best practice e responsabilità

Il settore dei rifiuti è uno dei più esposti a evoluzioni e modifiche legislative, con la conseguenza, per chi

Read More...

Mobile Sliding Menu