TESTAMENTO: valido sotto forma di lettera inviata ad uno dei beneficiari

In Diritto Civile
Cassazione civile, sezione seconda, sentenza n.26791 del 22/12/2016 [Leggi provvedimento]
Redatto dall’Avv. Costanza Cipullo

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 26791/2016, ha stabilito che è valido il testamento olografo redatto sotto forma di lettera indirizzata ed inviata ad uno dei beneficiari, a condizione che emerga in modo chiaro la volontà del testatore e la riferibilità allo stesso delle disposizioni in esso contenute.

Nel caso di specie il de cuius aveva redatto una lettera autografa in data 9.11.1997 indirizzata ad un amico, che sarebbe stato beneficiario del 5% dell’asse ereditario. Con tale lettera designava eredi il figlio del fratello della moglie premorta e due nipoti, figli della sorella premorta.

Il Tribunale di Velletri, innanzi al quale veniva riunita la causa intentata da una delle nipoti per il riconoscimento del precedente testamento del de cuius, dichiarava riuniti i processi e stabiliva la validità del testamento e di tutte le disposizioni in esso contenute. La domanda delle nipoti veniva rigettata anche in Appello. Le medesime quindi proposero ricorso in Cassazione deducendo, in primo luogo, la “violazione e la falsa applicazione dell’art. 587 c.c. ai sensi del 360 n. 3 c.p.c.” sostenendo, nonostante fosse già stato dichiarato valido in due gradi di giudizio, la mancanza nel testamento dei requisiti essenziali previsti dall’art. 587 c.c.

In secondo luogo deducevano la violazione dell’art. 602 c.c. in quanto assenti, nella lettera, i requisiti essenziali dell’olografia e della data.

La Suprema Corte rigettava il ricorso, ribadendo il principio secondo cui “il giudice di merito nell’interpretazione del testamento deve accertare, secondo il principio generale di ermeneutica enunciato dall’art. 1362 c.c. – applicabile, con gli opportuni adattamenti, anche in materia testamentaria – quale sia l’effettiva volontà del testatore, comunque espressa, valutando congiuntamente e in modo coordinato l’elemento letterale e quello logico dell’atto unilaterale, nel rispetto del principio di conservazione” (Cass. Civ. 23278/13; Cass. Civ. 4022/07).

Tale principio è perfettamente applicabile alla fattispecie in esame, trattandosi di espressione non anomala della volontà testamentaria (Cass. Civ. 8668/1990).

Inoltre, la Cassazione stabilisce che “non vi è alcun rigore formale nel riconoscimento di valore nella sottoscrizione del testamento olografo anche se non fatta con nome e cognome, purchè risulti con certezza la persona del testatore e l’espressione della di lui volontà testamentaria”. Essendo stati indicati nella lettera i nomi degli eredi e del beneficiario e l’esatto ammontare della quota destinata a quest’ultimo, in forza del principio di conservazione della manifestata volontà, risulta evidente l’infondatezza delle deduzioni delle ricorrenti.

In materia di testamento, si segnala, altresì, la seguente pronunzia già oggetto di approfondimento sulla rivista Forum Iuris:

Cassazione civile, sezione seconda, sentenza n.14070 del 08/07/2016: “Quando vi è contrasto tra la situazione di fatto afferente i beni ereditari, esistenti all’epoca della redazione del testamento, e il contenuto delle disposizioni testamentarie che li riguardino, il giudice deve procedere ad interpretare la disposizione testamentaria e non, invece, limitarsi a darne atto, affermando che i correlativi diritti non erano più esistenti”.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

Il ruolo dell’Avvocato nella società e nella Costituzione

IL RUOLO DELL’AVVOCATO NELLA SOCIETA’ E NELLA COSTITUZIONE Larino, 26 settembre 2018 – ore 15,30 Palazzo Ducale, Sala Freda

Read More...

SOCIETARIO: Aumento di capitale in criptovalute

Redatto dall’Avv. Franco Pizzabiocca In considerazione della funzione storica primaria del capitale sociale in chiave di garanzia nei confronti

Read More...

Breaking News: a Milano il Tribunale dei brevetti

«Se la Brexit farà il suo corso, non ha senso che una delle tre sedi principali del tribunale unificato

Read More...

Mobile Sliding Menu