SEZIONI SPECIALIZZATE IN MATERIA DI IMPRESA: come si stabilisce la competenza?

In Diritto Societario
Tribunale di Modena, ordinanza n.11519 del 05/10/2017 [Leggi provvedimento]
Redatto dalla Dott.ssa Marcella Gigante

La Corte di Cassazione, con riguardo alla competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa nelle controversie relative alle partecipazioni sociali o ai diritti ad esse inerenti, con ordinanza n. 8738 del 04.04.2017, ha affermato il seguente principio: “la competenza si determina in relazione all’oggetto della controversia, dovendo sussistere un legame diretto tra la controversia, i rapporti societari e le partecipazioni sociali, riscontrabile alla stregua del criterio generale del petitum sostanziale, identificabile in funzione della causa petendi”.

Nel caso di specie, alcune società avevano stipulato con una S.r.l. un contratto preliminare, avente ad oggetto l’acquisto di una partecipazione detenuta dalla S.r.l. in una S.c.a.r.l.[1]. Successivamente al perfezionamento del contratto, si è verificato un depauperamento del valore della partecipazione detenuta dalla S.r.l., con conseguente alterazione del sinallagma contrattuale originario.

Le società dunque:

  • hanno sollevato il venir meno del presupposto concernente l’impegno di acquisto, allegando la questione dell’eccessiva onerosità sopravvenuta (per il verificarsi di eventi straordinari e imprevedibili al momento della conclusione del contratto preliminare);
  • hanno citato in giudizio la S.r.l. davanti al Tribunale ordinario di Modena, chiedendo la risoluzione del contratto preliminare, ai sensi dell’art. 1467 c.c..

La S.r.l. si è costituita, eccependo:

  • l’incompetenza per materia del Tribunale di Modena in favore del Tribunale di Bologna – Sezione specializzata in materia di impresa (di fronte al quale la S.r.l. aveva già citato in giudizio le società attrici, al fine di ottenere la condanna all’adempimento del contratto, ex art. 2932 c.c.); e
  • l’insussistenza dei presupposti per la risoluzione del contratto per eccessiva onerosità sopravvenuta.

Il Tribunale ordinario di Modena ha dichiarato, con ordinanza, la propria incompetenza. La summenzionata fattispecie rientra, infatti, nella competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa. Ai sensi dell’art. 3, comma 2, lett. b) del D.L. n. 1/2012, modificato con L. n. 27/2012, la competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa si estende alle cause e ai procedimenti attinenti “al trasferimento delle partecipazioni sociali o ad ogni altro negozio avente ad oggetto le partecipazioni sociali o i diritti inerenti ad esse”. Trattandosi di una competenza per materia, la stessa non è derogabile per volontà delle parti.

Stante quanto sopra, con l’ordinanza in commento, il Tribunale ordinario di Modena:

  • ha dichiarato la propria incompetenza, in favore del Tribunale di Bologna – Sezione Specializzata in materia di impresa;
  • ha assegnato alle società attrici un termine di 3 mesi (a partire dalla data di emanazione dell’ordinanza), per la riassunzione del giudizio, ai sensi dell’art. 50 c.p.c.; e
  • ha compensato interamente le spese di lite tra le parti.

[1]          Società cooperativa  a responsabilità limitata.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

CONTESTAZIONE DISCIPLINARE: nel merito è incensurabile in sede di legittimità

Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza n.21506 del 15/09/2017 Redatto dal Dott. Francesco Faiello   “Il giudizio di

Read More...

CONDOMINIO: quando è vessatoria la clausola di esonero dalle spese per l’impresa costruttrice?

Tribunale di Larino, dott. Luigi Guariniello, sentenza n.483 del 11/10/2017 Redatto dall’Avv. Claudia Simonetti E’ vessatoria e,

Read More...

PERMESSO DI SOGGIORNO: ANCHE L’EXTRACOMUNITARIO CONVIVENTE NE HA DIRITTO

Consiglio di Stato, sezione terza, sentenza n.5040 del 2017 Redatto dal Dott. Alessandro Carofiglio Con la Sentenza

Read More...

Mobile Sliding Menu