RICORSO PER CASSAZIONE: inammissibile se fondato su censure di merito

In Contratti, Diritto Civile
Cassazione civile, sezione terza, sentenza n.2718 del 02/02/2017 [Leggi il provvedimento]
Redatto dal dott. Dario Rombolà 

È inammissibile il ricorso in cassazione fondato su censure direttamente fattuali che imporrebbero al giudice di legittimità un accertamento di merito in ordine al contenuto della clausola del contratto.

Con sentenza del 02 febbraio 2017, n. 2718 la Cassazione civile, sezione terza, ha statuito l’inammissibilità del ricorso fondato su questioni esclusivamente di merito in quanto precluse al giudice di legittimità.

Nel caso di specie il tribunale di Palermo, nel 2009, accoglieva, seppur parzialmente, la domanda risarcitoria proposta dalla parte attrice per una lesione grave e permanente (come la perdita di un occhio) a seguito di un intervento medico infausto, condannando il convenuto ad un ingente risarcimento. Il soggetto convenuto era la casa di cura dove si era svolta l’operazione: questa veniva indicata come contrattualmente responsabile e, quindi, obbligata al risarcimento.

Ad esser condannata era altresì la compagnia assicurativa chiamata in causa dalla casa di cura per la manleva. Per clausola di manleva deve intendersi quell’accordo contrattuale per cui la responsabilità dell’inadempimento contrattuale viene fatta gravare in capo ad un terzo (nel caso di specie la compagnia assicurativa). Infatti, in forza delle condizioni generali di polizza che legava le parti, la società assicurativa doveva sopportare un onere di tal portata fino al raggiungimento della franchigia pattuita.

La compagnia assicurativa contestava, dinnanzi alla Corte di Appello di Palermo, l’interpretazione accolta in primo grado delle condizioni generali della polizza assicurativa ritenendo di non dover coprire la casa di cura per il caso in esame.

La Corte di Appello respingeva l’impugnazione, confermando le argomentazioni (e quindi l’interpretazione del contratto assicurativo) del giudice di primo grado.

La soccombente in appello, dunque, esperiva ricorso in Cassazione: tale ricorso si fondava su di un’unica doglianza. Si sosteneva, infatti, una “violazione e/o falsa applicazione delle norme di diritto” (ex art. 360, primo co. n. 3 c.p.c.) in quanto il giudice di Appello aveva posto a fondamento della sua decisione una clausola contrattuale non applicabile al caso di specie. L’interpretazione proposta dal ricorrente presso la corte di legittimità, dunque, era in contrasto con quanto statuito dalle corti di merito.

Quello che ha spinto i giudici di legittimità a dichiarare infondato il ricorso, invero, è una argomentazione particolarmente solida. La censura proposta dal ricorrente, infatti, aveva un carattere direttamente fattuale che il giudice di legittimità avrebbe potuto confutare solo attraverso un vero e proprio accertamento di merito: vuoi valutando il contenuto della clausola contrattuale, vuoi ricostruendo la volontà contrattuale delle parti. Se questo è vero appare evidente come tale accertamento di merito sia precluso al giudice di legittimità, per definizione. L’eventuale errore compiuto dalle corti di merito, avente ad oggetto l’interpretazione del contratto, ricadrebbe nell’ipotesi dell’errore di fatto non denunciabile direttamente in Cassazione

Il ricorso ha oltrepassato i tassativi confini elencati nell’art. 360 c.p.c. sfociando nella inammissibilità. È inammissibile, infatti, il ricorso in cassazione fondato su censure direttamente fattuali (quaestio facti) che imporrebbero al giudice di legittimità un accertamento di merito.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

SOCIETA’: è possibile trasferire la sede legale in altro paese membro UE senza spostare la sede effettiva?

Corte di Giustizia UE, Grande Sezione, sentenza del 25/10/2017 Redatto dalla Dott.ssa Beatrice Cucinella Con la sentenza

Read More...

VUOTO A RENDERE: riferimenti normativi e caratteristiche

Approfondimento a cura del Dott. Luca Di Procolo Istituzione VAR Il vuoto a rendere rappresenta una pratica attuata in

Read More...

Mobile Sliding Menu