EREDITA’ BENEFICIATA: l’invio della dichiarazione di credito al notaio non interrompe la prescrizione

In Diritto Civile
Cassazione civile, sezione seconda, ordinanza n.12950 del 23/05/2917 [Leggi provvedimento]
Redatto dalla Dott.ssa Sabrina Mazzocca

In una procedura di liquidazione di eredità beneficiata, latto indirizzato ad un ausiliario del giudice, quale il notaio incaricato della redazione dellinventario, e non notificato agli eredi non costituisce atto idoneo ad interrompere la prescrizione del credito vantato.

L’ordinanza in commento permette alla Cassazione di riaffermare il basilare principio processuale della tassatività e tipicità delle cause di sospensione e interruzione della prescrizione ex art. 2943 c.c..

Difatti il collegio, chiamato a pronunciarsi sulla possibilità di ravvisare una continuità tra l’attività del notaio incaricato della redazione dell’inventario e quella successiva del curatore, al fine di rendere opponibile a quest’ultimo le comunicazioni indirizzate al primo, ha affermato che la domanda del creditore per ottenere la soddisfazione di un credito nell’ambito di una procedura di liquidazione di eredità beneficiata, in assenza di notifica agli eredi, non costituisce un atto interruttivo della prescrizione ai sensi dell’art. 2943 c.c..

Tale assunto si giustifica sulla base di una semplice considerazione: il procedimento di liquidazione di eredità beneficiata rientra tra i procedimenti di giurisdizione volontaria e, quindi, non permette di accertare l’esistenza di crediti nei confronti dell’eredità.

La conclusione, inoltre, risulta avvalorata dalla distinzione che sussiste tra il ruolo del notaio (ausiliario del giudice) nell’ambito di una procedura di liquidazione di un’eredità beneficiata e quello del curatore dell’eredità giacente.

Quest’ultimo, infatti, ha il compito di liquidare e gestire il patrimonio nell’interesse dei creditori, dei legatari e degli eredi, sicché, essendo dotato di poteri di amministrazione e disposizione dei beni, l’atto a lui indirizzato ha un’efficacia interruttiva della prescrizione.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

S.p.A.: Amminstratore revocato senza giusta causa. Quali danni risarcibili?

Redatto dalla dott.ssa Roberta Di Maso L’articolo 2383 comma 3 c.c. stabilisce che, in materia di societa’ per azioni,

Read More...

GDPR: misure di sicurezza

Redatto dal dott. Antonio Massari Una tematica molto interessante nonché oggetto di recenti sviluppi interpretativi è quella relativa alle

Read More...

Assoluzione e riforma della sentenza: la Corte d’Appello può non risentire chi ha reso dichiarazioni utili per la condanna

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 3 aprile 2018 (ud. 21 dicembre 2017), n. 14800 Redatto dall’Avv. Michele Salomone Il giudice di

Read More...

Mobile Sliding Menu