DIRITTO SOCIETARIO: invalidità delle decisioni in sede di delibera assembleare

In Diritto Societario
Tribunale di Roma, Sez. Spec. in materia di impresa, sentenza n. 1086 del 23/01/2017 [Leggi la sentenza]
Redatto dalla Dott.ssa Emilia Tartaglia

Perché possa dirsi sussistente una situazione di conflitto di interessi disciplinato dall’art. 2479 ter c.c. occorre, da un canto, che il socio sia portatore di un interesse proprio, realizzato, in tutto o in parte, mediante l’adozione della delibera contestata e che, dall’altro, l’interesse del socio sia confliggente con quello della società o che, comunque, la delibera adottata sia idonea a ledere l’interesse della società; e a tale ultimo proposito, par d’uopo precisare che, ai fini dell’art. 2479 ter c.p.c., rileva anche la mera potenzialità lesiva della delibera per l’interesse sociale.

Questo è quanto affermato dal Tribunale di Roma, sezione specializzata in materia di impresa, con sentenza n. 1086 del 23 gennaio 2017.

Nel caso in oggetto, l’attore adiva il Tribunale di Roma al fine di veder dichiarata la nullità, annullabilità o inefficacia di una delibera assembleare della società di cui era socio, nel corso della quale si era deciso di rinunciare al credito vantato nei confronti di un’altra società in fallimento e di non proporre opposizione avverso un decreto ingiuntivo, ravvisando la sussistenza del conflitto di interesse e del contrasto con l’oggetto sociale.

Ebbene, il Tribunale di Roma chiamato ad esprimersi in materia, dichiarava l’invalidità della suddetta deliberazione limitatamente al punto concernente il conflitto di interesse esistente per la votazione circa la rinuncia al credito vantato, e respingeva la domanda dell’attore per quanto concerneva il punto relativo alla non opposizione avverso un decreto ingiuntivo, dato che in base al calcolo delle quote il quorum deliberativo sarebbe stato raggiunto anche senza il computo del voto del socio in conflitto di interessi.

Nella specie, la società sul primo punto vantava un credito pienamente recuperabile in quanto privilegiato e secondo la capienza dell’attivo acquisito dalla curatela; sul secondo punto è da ravvisare che la proposta di una domanda di concordato fallimentare in qualità di terzo assuntore da parte della società comportava il mutamento dell’oggetto sociale del tutto diverso da quello dell’azienda che intendeva acquisire, che si doveva adottare con le forme previste dalla legge per le modifiche statuarie.

Per comprendere al meglio la sentenza in oggetto, occorre far riferimento a quanto disposto dall’art. 2479 ter del codice civile, il quale disciplina l’impugnazione delle decisioni dei soci non conformi alla legge o all’atto costitutivo ovvero in conflitto di interessi, da parte dei soci che non ne hanno dato il consenso, dagli amministratori e dal collegio sindacale entro tre mesi dalla trascrizione. E’ inoltre previsto che il Tribunale, in caso di necessità, possa assegnare un termine non superiore a sei mesi al fine di adottare una nuova decisione. Chiunque vi abbia interesse può inoltre impugnare, entro tre anni dalla trascrizione, decisioni aventi oggetto illecito, impossibile o prese in assenza di informazione a differenza delle deliberazioni che modificano l’oggetto sociale che possono essere impugnate senza limiti.

In conseguenza di ciò è pacifico che, nel caso in esame, la parte convenuta è incorsa in un evidente conflitto di interessi a causa dell’evidente collegamento ravvisabile tra le due società.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

Ecco perché una motovedetta della Guardia di Finanza può essere definita “Nave da guerra”.

Redatto dal Dr. Fabrizio Salvi Dott. Fabrizio Salvi Redattore Fabrizio Salvi, S. Tenente di Vascello del copro delle Capitanerie

Read More...

PROTOCOLLO D’INTESA: mercato legale 4.0

PROTOCOLLO D’INTESA IL MERCATO LEGALE 4.0, APERTO TRASPARENTE E FONDATO SULLE COMPETENZE. SOTTOSCRITTO DA:   A.N.U.T.E.L. (Associazione Nazionale Uffici

Read More...

Il Contratto internazionale

Il contratto commerciale internazionale Nel mondo globalizzato in cui viviamo, sono sempre più diffusi i rapporti di vendita internazionale,

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Mobile Sliding Menu