BANDI DI GARA: NO ALLE TARIFFE LOW COST DEI SERVIZI LEGALI

In Appalti, Diritto amministrativo
TAR Lecce, sezione seconda, ordinanza n.21 del 18/01/2017 [Leggi provvedimento]
Redatto dalla Dott.ssa Susanna Trino

Va sospeso il bando comunale che affida i servizi legali con il criterio del massimo ribasso.

Il TAR Lecce con l’ordinanza n.27 del 18/01/2017 ha sospeso il bando comunale con cui un Comune pugliese aveva indetto una gara da espletarsi con procedura aperta con il criterio del prezzo più basso l’affidamento di servizi legali.

Il Comune pugliese di Racale, in esecuzione della determinazione dirigenziale n. 745/RG del 2 novembre 2016, procedeva ad indire una gara con procedura aperta mediante il criterio del massimo ribasso – meglio definito come il criterio del prezzo più basso ovvero dell’offerta economicamente più vantaggiosa – per l’affidamento di servizi giuridico-legali da svolgere sia con riferimento al contenzioso sia come supporto giuridico-legale da rendere ai vari uffici su questioni di particolare rilevanza, ove si presuma possa sorgere contenzioso.

Conseguentemente, il Comune de quo dichiarava quale unico aggiudicatario un avvocato tra i partecipanti.

Ebbene, in accoglimento dell’istanza di sospensione cautelare presentata, tra l’altro, dall’Ordine degli Avvocati di Lecce nonché dalla Camera Amministrativa Distrettuale Avvocati di Lecce Brindisi Taranto, il Tar ha, in primis, rilevato la tempestività del ricorso, i cui termini decorrono dall’ultimo giorno di pubblicazione del bando ed ha, altresì, ritenuto che i contenuti dei servizi oggetto del bando non rientrassero tra le ipotesi disciplinate dall’art. 95 del d.lgs. 50/2016, rubricato “criteri di aggiudicazione dell’appalto“.

Il Tribunale Amministrativo ha, infatti, evidenziato come il criterio in questione possa essere applicato nei casi espressamente previsti dal decreto di cui sopra, e precisamente:

a) nell’ipotesi di lavori di importo pari o inferiore a 1.000.000 di euro, tenuto conto che la rispondenza ai requisiti di qualità è garantita dall’obbligo che la procedura di gara avvenga sulla base del progetto esecutivo;

b) per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato;

c) infine per i servizi e le forniture di importo inferiore alla soglia di cui all’articolo 35, caratterizzati da elevata ripetitività, fatta eccezione per quelli di notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo.

Conclusivamente, non sussistendo alcuna delle fattispecie appena descritte, il Tar Lecce ha ritenuto di dover concedere la sospensione del bando indetto dal Comune di Racale rinviando per la trattazione del merito a successiva udienza.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

Il ruolo dell’Avvocato nella società e nella Costituzione

IL RUOLO DELL’AVVOCATO NELLA SOCIETA’ E NELLA COSTITUZIONE Larino, 26 settembre 2018 – ore 15,30 Palazzo Ducale, Sala Freda

Read More...

SOCIETARIO: Aumento di capitale in criptovalute

Redatto dall’Avv. Franco Pizzabiocca In considerazione della funzione storica primaria del capitale sociale in chiave di garanzia nei confronti

Read More...

Breaking News: a Milano il Tribunale dei brevetti

«Se la Brexit farà il suo corso, non ha senso che una delle tre sedi principali del tribunale unificato

Read More...

Mobile Sliding Menu