Addio raccomandate: missione «domicilio digitale»

In Diritto Civile
Tempo di Lettura: 1 minuto
News di Redazione

Il domicilio digitale dei cittadini sta per compiere il primo passo: sarà, infatti, pronta prima dell’estate la piattaforma informatica che dovrà raccogliere e gestire le caselle di posta elettronica certificata (Pec) presso cui le pubbliche amministrazioni potranno recapitare, in futuro, i propri atti, facendo a meno delle raccomandate con ricevuta di ritorno. 

Il sistema è stato messo a punto da Infocamere, che insieme ad Agid deve occuparsi di realizzare l’indice nazionale dei domicili digitali delle persone fisiche e degli enti di diritto privato non tenuti a iscriversi nell’elenco riservato ai professionisti e alle imprese.

Quest’ultimo già esiste: è l’Ini-Pec, istituito dal ministero dello Sviluppo economico e gestito da Infocamere, dove è raccolto il domicilio digitale – che altro non è se non una casella di posta elettronica certificata – di 1,5 milioni di professionisti iscritti in Albi ed elenchi e di 4,5 milioni di imprese. A questo archivio si aggiunge l’Ipa, l’indice delle pubbliche amministrazioni, anch’esso già operativo e dove sono inseriti gli indirizzi di oltre 22mila enti per più di 113mila Pec.

L’indice dei domicili digitali dei cittadini diventerà pienamente operativo a gennaio 2019: almeno così prevede il Cad (il codice dell’amministrazione digitale).

La realizzazione della piattaforma informatica è, però, un passaggio importante, come sottolinea Paolo Ghezzi, direttore generale di Infocamere, passaggio che si è potuto compiere in tempi stretti anche perché si è attinto alle conoscenze utilizzate per la costruzione di Ini-Pec.

Print Friendly, PDF & Email

You may also read!

PROTOCOLLO D’INTESA: mercato legale 4.0

PROTOCOLLO D’INTESA IL MERCATO LEGALE 4.0, APERTO TRASPARENTE E FONDATO SULLE COMPETENZE. SOTTOSCRITTO DA:   A.N.U.T.E.L. (Associazione Nazionale Uffici

Read More...

Il Contratto internazionale

Il contratto commerciale internazionale Nel mondo globalizzato in cui viviamo, sono sempre più diffusi i rapporti di vendita internazionale,

Read More...

L’opzione put: un prezioso ponte tra la funzione finanziaria e partecipativa

“E’ lecito e meritevole di tutela l’accordo negoziale concluso tra i soci di società azionaria, con il quale gli

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Mobile Sliding Menu